giovedì 28 novembre 2013

"Pactum Vampiri" di Barbara Riboni



Pactum Vampiri
Barbara Riboni
pagine 340
prezzo 15,90 €
Editore : Cicogna



Maximo Caio Domini è un immortale da 18 lunghi secoli. Insieme ai suoi fratelli governa in segreto il popolo dei vampiri di Roma da centinaia di anni. Adesso il suo mondo ha biogno di un erede e per poterlo procreare suo fratello Alessandro cerca per se una donna umana davvero speciale: la compagna della carne.
Alice è una giovane studentessa di biologia. Vivace e ingenua non sa di essere l'ultima speranza della stirpe di vampiri ma è disposta a tutto per salvare il fratello dalla morte certa che lo attende.
Così stringe un patto con la famiglia Domini e accetta di dare un figlio ad un uomo che non conosce in cambio della salvezza del ragazzo.
Quasi 2000 anni d'esistenza hanno reso Maximo ormai cieco ai sentimenti e schivo agli interessi della sua stessa razza ma dopo averla avuta accanto sarà capace di cederla ad un altro senza lottare? Avrà il coraggio di rivelare che quel patto nasconde una verità terribile ed ineluttabile?
Combattuto tra un sentimento nuovo ed inatteso ed il dovere verso il suo popolo dovrà affronatre con Alice difficili scelte e insormontabili ostacoli per difendere quello che inaspettatamente diventa per lui irrinunciabile.



La recensione:


"Non volevo prenderla.
Non volevo essere coinvolto, non era la mia battaglia e non volevo essere il possibile responsabile della sua morte"
queste sono solo pochissime parole dei pensieri di Max che hanno reso il personaggio un vero e proprio fidanzato perfetto.
Dopo un anno ho ripreso in mano un libro sui succhia-sangue e devo dire che la scelta non poteva essere più azzeccata.
Questo libro è bellissimo, emozionante e innovativo.
Innovativo nella scelta di far svolgere la trama attraverso i pensieri maschili, cosa molto rara, ma divino per me. I sentimenti di Max mutano ad ogni cambio di pagina e sono sempre più contrastanti.
Non vuole avere nulla a che fare con tutta la storia, nella sua vita non c'è posto per un'altra persona e soprattutto non vuole problemi con il Triumvirato. Ma .......
Cosa sono in grado di cambiare due occhi color del cioccolato? tutto il suo mondo e il suo modo di esistere.
Nel momento in cui capisce che questa ragazza rappresenta molto di più per lui che essere un semplice individuo, le sue priorità antiche di secoli mutano all'istante.
Meraviglioso il modo in cui se la va a riprendere e sorprendente il modo in cui ammette a se stesso di esser capace di staccare la testa ai propri fratelli per il fatto di guardarla come una semplice fornace con in caldo una pagnotta.
La possessività del vampiro esplode in tutta la sua forza e "Mia" è l'unico termine che riesce a farlo calmare.
La scena è ambientata nella Roma dei giorni nostri, ma innovativa è anche la scelta di alternare sprazzi di vita secolare di Max, facendo amare maggiormente questo personaggio per la vita che è stato costretto ad affrontare prima della trasformazione in essere immortale.
Leggiamo di una Roma dedita ai giochi, ai cosiddetti ludi, dove la vita di un semplice schiavo non era nulla se non un semplice diversivo allegro alla vita monotona delle famiglie più abbienti o dell'Imperatore.
Anche il personaggio femminile è decisamente nuovo.
Alice non è la solita ragazza che piange su se stessa o frigna per il futuro che l'aspetta. Anzi tutto quello che fa ha come scopo far star bene i suoi cari e non esita a sacrificare se stessa. E' spinta dall'amore e non ha paura di scagliarsi contro un vampiro antico pur di salvare Max. Incredibile.
Potrei parlare ancora tantissimo, ma avrei paura di dire qualcosa in più a quello che solo la semplice lettura potrebbe rendere meraviglioso
La Riboni è stata bravissima e non vedo l'ora di poter leggere il seguito. Sono curiosa di sapere cosa accade a Max e Alice, anche se credo che i personaggi saranno altri. Il libro è auto-conclusivo, ma ha lasciato uno spiraglio di mistero .





1 commento:

  1. brava ! si vede k ti è piaciuto :) ora aspettiamo il secondo !

    RispondiElimina